English version
Cerca
English version
Cerca

Il bilancio del primo anno di attività

Bergamo Fast Track - il bilancio del primo anno di attività

È passato poco più di un anno dall’adesione di Bergamo all’iniziativa Fast Track Cities - una iniziativa che coinvolge ormai un Network di oltre 300 città in tutto il mondo - ed è tempo di bilanci.

È importante premettere che non esiste un “modello Fast Track”, bensì una serie di declinazioni mirate ad interventi localmente più rilevanti e idonei ad ottenere gli obiettivi comuni per rispondere in modo preciso alle esigenze e peculiarità locali.

Da qui, le scelte intraprese da Bergamo su 4 direttive: Comunicazione, Inclusione, Informazione, Assistenza e Servizi

1. Comunicazione: il portale www.friendlytest.it

Online da novembre 2019, il sito è il punto informativo per tutte le iniziative, i contatti, gli approfondimenti in tema di malattie a trasmissione sessuale.
Il portale è stato raggiunto da 16.341 visitatori che hanno visualizzato 22.861 pagine. Contestualmente sono state attivate le pagine sui principali social media (FB, Twitter, Istagram) che hanno generato 1.242 followers e 196.841 visualizzazioni

2. Inclusione

Oltre al Comune, Assemblea dei Sindaci, ASST Papa Giovanni XXIII, ATS, Bergamo Fast Track ha coinvolto 12 diverse realtà attive in campo assistenziale, educativo e sociale  creando importanti sinergie in tutte le fasi di sviluppo del Progetto.

3. Informazione

Molteplici le iniziative che hanno portato il test in diverse realtà cittadine, sia alla popolazione generale, in specifiche situazioni di marginalità (tossicodipendenti, senza dimora, migranti, sex workers) o in particolari contesti (Università, centri sociali, saune e locali gay), distribuendo altresì materiale informativo appositamente realizzato per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di effettuare il test HIV/HCV/sifilide.

  • Bergamo FTC ha promosso il Progetto #chivuolconoscere che ha coinvolto 18 Istituti ed oltre 2.000 studenti delle scuole superiori in tutta la Provincia di Bergamo. In pieno lock-down oltre 100 studenti hanno anche partecipato al concorso collegato al progetto, inviando i loro elaborati sul tema HIV/AIDS, per diffondere messaggi educativi rivolti ai coetanei e alla popolazione generale. Gli elaborati sono diventati la base della campagna per la European Testing Week e per il 1 dicembre 2020, Giornata Mondiale dell’AIDS.
  • Bergamo FTC ha aderito alla 8° edizione della campagna internazionale European Testing Week (20-27 novembre 2020), una campagna che incoraggia le organizzazioni partner - della comunità, della sanità e delle istituzioni pubbliche - in tutta Europa a unirsi per una settimana due volte l'anno per aumentare gli sforzi per promuovere il test e la consapevolezza sui benefici di una diagnosi precoce di epatite C ed HIV.
    Durante l’European Testing Week sono state programmate aperture straordinarie del Check Point di Bergamo, realizzati materiali informativi dedicati (leaflet, locandine), annunciate le iniziative e gli appuntamenti attraverso il portale www.friendlytest.it, sulle pagine social e organizzata una Conferenza Stampa il 18 novembre 2020 anche in collegamento con il 1 Dicembre, Giornata Mondiale dell’AIDS
  • Bergamo Fast Track ha inoltre partecipato a eventi divulgativi e scientifici: al Congresso ICAR 2020 (12 al 16 ottobre 2020 www.icar2020.it ) - il principale appuntamento scientifico dell’anno in HIV e ricerca antivirale - Bergamo Fast Track ha presentato 4 lavori, accettati come comunicazioni orali o poster, aderito ad una sessione scientifica ufficiale del Congresso e partecipato al Community Village

4. Assistenza e servizi

  • Nel 2019 effettuati 700 test per HIV e 208 per HCV
  • Da giugno 2020, è attivo il Check-point cittadino (Via Moroni, 93), un luogo non istituzionale in cui le persone possono ricevere informazioni, supporto, eseguire dei test rapidi, anonimi e gratuiti per HIV, epatite C e sifilide, ma anche uno spazio di ascolto e accoglienza. Dall’apertura, a dicembre 2020, effettuati circa 600 test per HIV e pochi meno per sifilide e HCV compresa la European Testing Week
  • In fase di lock-down attivato il servizio SOS farmaci e consegnata terapia a domicilio a 70 persone

Gli obiettivi 90-90-90

Come Bergamo sta affrontando gli obiettivi dell’OMS, considerando che uno dei problemi fondamentali in Italia è sempre stato l’emersione del sommerso? Anche qui, l’osservatorio di Bergamo mostra un primo bilancio positivo: a tutto il 2019 il tasso di soggetti non diagnosticati per HIV è sceso al 6,25%, mentre era il 7.9% l’anno precedente e superava il 15% 10 anni prima.

Bergamo FTC è l’unica città italiana che ha raggiunto il target OMS 90-90-90 con risultati tra i migliori in assoluto anche a livello internazionale.

×